Nome progetto: VST - Vital Signals in a Touch

Regione: Emilia Romagna

Categoria: Chiesi Farmaceutici Life Sciences

Menzioni: Social innovation

Componenti:

Matteo Corradini – Fondatore e Capogruppo- matteo.corradini@unimore.it
Sergio Fonda – Fondatore e Responsabile R&D – sergio.fonda@unimore.it
Andrea Malagoli – Responsabile software – andrea.malagoli@gmail.com
Giovanni Faglioni – Responsabile tecnologia – giova@nabla2.it
Anna Vittoria Mattioli – Cardiologa e Responsabile scientifica – annavittoria.mattioli@unimore.it
Donato Sannino – Respnsabile commerciale – donato.sannino70@gmail.com

Idea:

Garantire la sicurezza degli sportivi attraverso il monitoraggio continuo di 5 parametri vitali definiti dall’OMS (frequenza cardiaca e respiratoria, pressione arteriosa, temperatura e ossigenazione)

Sintesi:

VST è un’impresa che sviluppa un sistema di monitoraggio dello stato di salute delle persone che svolgono attività sportiva. Negli ultimi anni si è registrato un rapido incremento del numero di persone che praticano attività sportiva dovuto all’aumento dell’età media delle persone che intraprendono tali attività (dati Istat e OMS). Questa nuova demografia della pratica sportiva ha evidenziato la necessità di aumentare il livello di sicurezza e di monitoraggio dello stato di salute degli sportivi. Al contempo è emersa la necessità, da parte dei produttori di attrezzatture per il fitness, di assicurare lo stato di salute delle persone che utilizzano i loro prodotti, monitorandone l’andamento. Le esigenze degli atleti e dei produttori di attrezzature fitness possono essere soddisfatte dal nostro sistema che può monitorare affidabilmente in tempo reale i cinque segni vitali, indicati dalla Organizzazione Mondiale della Sanità per definire lo stato vitale di un soggetto. Questi parametri sono: frequenza cardiaca, frequenza respiratoria, pressione del sangue, ossigenazione e temperatura. VST è l’unico sistema che può fornire valori affidabili per tutti i cinque segni vitali.

Curiosita:

Il know-how della presente idea imprenditoriale si basa sull’esperienza acquisita durante la partecipazione al progetto europeo D3CoS in cui la nostra funzione era di monitorare lo stato di affaticamento mentale di piloti di mezzi marini e aerei.