Nome progetto: Tropico dei Colli

Regione: Lombardia

Categoria: IREN Cleantech & Energy

Menzioni: Social innovation

Componenti:

Giulia Serafini, capogruppo – tropicodeicolli@gmail.com

Mirko Roberti, Product Manager – mirko.roberts@libero.it

Idea:

Sei un agricoltore? Vuoi ricavare reddito dal tuo terreno? Pianta un frutteto Tropico dei Colli: noi forniamo piante e progetto, tu produci frutti esotici e noi ritiriamo la tua intera produzione.

Sintesi:

Molte aziende agricole in Italia hanno redditività negativa. In un anno, queste aziende perdono 1,3 miliardi di € e costano 2,5 miliardi di € in contributi europei. Ciò accade perché producono commodity indifferenziate, la filiera è lunga e i produttori non sono consorziati. Nonostante la crisi, crescono a doppia cifra i consumi di frutta esotica e frutta biologica, prodotti dall’alto valore aggiunto. Stiamo creando un’azienda per produrre frutti nuovi, esotici e biologici, adatti a crescere nel nostro clima. Un esotico a km zero, senza trasporti intercontinentali e senza pesticidi. La coltivazione dei prodotti è svolta da diverse aziende agricole, alle quali forniamo piantine certificate, progetto del frutteto ed assistenza tecnica. Tropico dei Colli ritira l’intera produzione, gestisce lo stoccaggio refrigerato, il controllo qualità, e commercializza i prodotti a negozi o franchising biologici ed HORECA. La produzione delle piante, la trasformazione dei prodotti e i trasporti saranno svolti dalle aziende partner con cui già collaboriamo. L’obiettivo di Tropico dei Colli è rispondere alle aspettative dei consumatori e creare valore sul territorio, grazie ad una filiera integrata e ad una produzione sostenibile dal punto di vista economico ed ambientale.

Curiosita:

Tropico dei Colli combina prodotti innovativi con un nuovo modello di business, che si ispira a quello di Melinda e Zespri. Kiwi arguta: piccolo, rosso e dolcissimo. Si mangia tutto intero come una ciliegia. Feijoa: profumo intenso, polpa fresca e succosa. Perfetta nei cocktail. Asimina: gusto tropicale, cremosa e nutriente. Ideale in pasticceria.

Partnership:

5 aziende agricole (coltivazione). 4 vivaisti italiani ed esteri (cultivar con patent). Cooperativa Biologica Areté (acquisto dei prodotti). LUBERG, Confagricoltura e Giovani Imprenditori di Confindustria BG (mentoring).