ARTICOLO 1 – Definizione dell’iniziativa

Organizzato dall’associazione PNICube, in collaborazione con l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia (organizzatore locale), il Premio Nazionale per l’Innovazione 2016 (di seguito “PNI”) è una competizione tra gruppi di persone che hanno scritto il business plan di un’idea imprenditoriale innovativa e hanno partecipato ad una delle business plan competition, denominate Start Cup, collegate alle Università italiane e agli Enti di Ricerca Pubblici o privati associati a PNICube.

Partecipano al PNI 2016 i gruppi selezionati dalle Start Cup, secondo le modalità previste dai rispettivi Regolamenti in armonia con il presente Regolamento, che hanno formalizzato la loro adesione al PNI entro il 31/08/2016.

Il PNI 2016 si conclude con l’evento di premiazione organizzato il 1 e 2 dicembre 2016 a Modena dall’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

ARTICOLO 2 – Obiettivi e principi ispiratori

Obiettivo del PNI è sostenere la nascita di imprese ad alto contenuto di innovazione e promuovere lo sviluppo economico dei territori delle competizioni locali. Inoltre il PNI mira a diffondere la cultura d’impresa in ambito accademico e a favorire il rapporto tra i ricercatori, il mondo dell’impresa e della finanza.

Il PNI 2016 ha istituito quattro categorie di premiazione:

  • Chiesi Farmaceutici Life Sciences (prodotti e/o servizi innovativi per migliorare la salute delle persone). Premio sponsorizzato da Chiesi Farmaceutici S.p.A;
  • Premio growITup ICT (prodotti e/o servizi innovativi nell’ambito delle tecnologie dell’informazione e dei nuovi media: e-commerce, social media, mobile, gaming, ecc.). Premio sponsorizzato dal programma growITup di Cariplo Factory;
  • IREN Cleantech & Energy (prodotti e/o servizi innovativi orientati al miglioramento della sostenibilità ambientale, tramite il miglioramento della produzione agricola, la salvaguardia dell’ambiente, la gestione dell’energia). Premio sponsorizzato dal Gruppo Iren
  • Premio BPER Banca Industrial (prodotti e/o servizi innovativi per la produzione industriale che non ricadono nelle categorie precedenti, innovativi dal punto di vista della tecnologia o del mercato). Premio sponsorizzato da BPER Banca.

Verranno inoltre assegnate due menzioni speciali “trasversali”: una per il miglior progetto di “Innovazione Sociale”,  definita in base ai relativi criteri espressi dalla normativa per le Startup Innovative e l’altra per il miglior progetto di “Impresa sociale in ottica di pari opportunità”.

I premi relativi alle categorie sopra indicati potranno essere intitolati a enti e aziende sponsor, con la dicitura “Premio <nome azienda> <categoria> del Premio Nazionale per l’Innovazione”

ARTICOLO 3 – Regolamento

Il presente regolamento determina le modalità e i criteri di funzionamento del PNI 2016 ed è valido ed efficace solo per tale edizione. Eventuali modifiche sono adottate dalla Commissione Organizzatrice del PNI. Il Regolamento è divulgato dalla Commissione Organizzatrice e dagli organizzatori delle competizioni locali. E’ inoltre disponibile sul sito web dell’Associazione PNICube, nella sezione dedicata al PNI (www.pnicube.it).

ARTICOLO 4 – Requisiti partecipazione

Partecipano al PNI 2016 i gruppi selezionati dalle singole Start Cup che hanno formalizzato la loro adesione alla competizione.

I gruppi possono essere formati da un numero qualsiasi di persone, associate in modo informale oppure già costituite in forma di società dopo il 1 gennaio 2016 o costituite nell’anno precedente ma con dichiarazione di inizio attività posteriore al 1 gennaio 2016 ovvero costituite nell’anno precedente ma che non hanno ancora dichiarato l’inizio attività. I progetti imprenditoriali o le aziende per partecipare alla finale nazionale devono essere in possesso di una comprovata relazione tra la Business Idea e contenuto tecnologico o di conoscenza ed un’Università o Ente pubblico di ricerca nazionale o internazionale.

Entro il 31 ottobre 2016 ciascuna Start Cup indica i gruppi che partecipano al PNI 2016 e provvede ad inviare per email alla Segreteria Organizzativa di PNICube (nesti@i3p.it) i relativi business plan, nella forma specificata dall’art. 5 indicando la categoria di premiazione nella quale il gruppo compete. Per ogni progetto inviato alla fase finale la Start Cup dovrà inoltre provvedere al versamento, entro la stessa data, di una quota pari a 1.000 € netti. Tale quota dovrà essere versata sul conto corrente dell’Associazione.

A ciascun gruppo, e ad ogni componente di ciascun gruppo, non è consentito partecipare a più di una competizione locale. Ogni gruppo indica un suo componente quale capogruppo, con funzioni di rappresentanza. L’esistenza di altre forme di finanziamento per un gruppo o la partecipazione – anche indiretta – a iniziative che utilizzino l’idea presentata, non costituiscono un impedimento all’ammissione. Possono partecipare al PNI esclusivamente i gruppi iscritti entro il 31 ottobre 2016dalle Start Cup locali aderenti, che sono le uniche referenti per i rispettivi gruppi cui rispondono in proprio per eventuali ritardi, omissioni ed errori relativi all’iscrizione. L’Associazione PNICube, i suoi associati e gli organizzatori dell’evento finale non sono responsabili dell’iscrizione dei gruppi partecipanti e non hanno il potere di modificare le iscrizioni pervenute tramite le Start Cup locali nei tempi e nei modi sopra indicati.

ARTICOLO 5 – Business plan

Il business plan è in formato libero, ma deve essere riproducibile in formato elettronico (in particolare saranno accettati i formati .pdf e .doc). Non può contenere file video o audio o altri oggetti. Il business plan deve essere accompagnato da un executive summary in formato standard (Allegato 1). Il business plan deve descrivere un’idea imprenditoriale caratterizzata da un alto contenuto di conoscenza, tecnica o tecnologica, indipendentemente dal suo stadio di sviluppo, e deve essere frutto del lavoro originale del gruppo.

Non sono ammessi alla competizione nazionale progetti già presentati in precedenti edizioni del PNI.

ARTICOLO 6 – Organi

A presidio delle finalità del PNI e dell’osservanza del regolamento sono costituiti i seguenti organi:

Comitato di indirizzo e garanzia: è formato da un rappresentante di ciascuno dei soggetti organizzatori delle precedenti cinque edizioni del PNI (PNI 2011 Torino, PNI 2012 Bari, PNI 2013 Genova, PNI 2014 Sassari, PNI 2015 Rende) e da un delegato dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Compiti di tale comitato sono sia di dare indicazioni sulle diverse fasi del premio, sia di garantire l’osservanza delle procedure e la correttezza del processo di valutazione. Il Comitato di indirizzo e garanzia approva il presente regolamento, la sua interpretazione e le sue eventuali modifiche. Inoltre vigila sul rispetto del regolamento e decide insindacabilmente sull’ammissione e sull’esclusione dei gruppi partecipanti. Il Comitato di indirizzo e garanzia può riunirsi ovunque ed ha i seguenti recapiti: Corso Castelfidardo, 30/A c/o I3P s.c.p.a. – Torino, Tel 011 0905127; Fax 011 0905733.

Responsabile organizzativo locale: attività svolta dall’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia che, in coordinamento con PNICube, progetta e gestisce l’evento di premiazione del PNI 2016.

La Giuria è costituita da un numero compreso tra 28 e 50 membri individuati da PNICube tra esperti di valutazione di progetti di startup tecnologiche provenienti dal mondo della finanza d’impresa e della grande impresa. La Giuria è coordinata dalla segreteria organizzativa di PNICube. Alla Giuria compete l’individuazione dei vincitori del PNI, secondo i criteri e le modalità definiti nell’Allegato 2. I lavori della Giuria sono riservati e le sue decisioni sono insindacabili. La Giuria opererà:

  • suddivisa, in base alle competenze dei giurati, in 4 gruppi di lavoro autonomi al fine di individuare i vincitori delle categorie di premiazione e assegnare il “Premio Nazionale per l’Innovazione 2016”;
  • con un gruppo ristretto di valutatori, per assegnare la menzione speciale per il miglior progetto di “Innovazione Sociale”;
  • con un gruppo ristretto di valutatori, per assegnare la menzione speciale per il progetto di“Impresa sociale in ottica di pari opportunità”.

ARTICOLO 7 – Svolgimento dell’evento finale

L’evento di premiazione si svolgerà a Modena il 1 e 2 dicembre 2016. I partecipanti vengono invitati all’evento di premiazione, nel corso del quale potranno illustrare alla Giuria la propria idea imprenditoriale durante una sessione denominata “Expo Innovazione”, organizzata e gestita dal responsabile organizzativo locale dell’evento.

ARTICOLO 8 – Entità e modalità di erogazione dei premi

I premi consistono nell’erogazione di euro 25.000 da assegnare al gruppo primo classificato di ognuna delle quattro categorie di premiazione di cui all’art. 2.

I sopraindicati importi dei premi in denaro erogati dal PNI sono da intendersi al lordo di ogni onere fiscale e contributivo, pertanto saranno assoggettati a ritenuta di acconto secondo le leggi vigenti al momento della liquidazione.

Per ricevere il premio i gruppi vincitori, qualora non l’abbiano già fatto, devono costituire una società di capitali con sede operativa nell’area territoriale indicata nel regolamento della competizione locale di provenienza, ovvero sul territorio italiano se non esplicitamente indicato in tale regolamento. Tale società dovrà essere iscritta nel Registro delle Imprese entro e non oltre il 30 aprile 2017, salvo proroga concessa dal Comitato di indirizzo e garanzia, sulla base di una richiesta adeguatamente motivata che deve pervenire tassativamente entro la data sopra indicata.

I premi verranno erogati alle imprese costituite dai gruppi vincitori in forma di contributo in conto esercizio, previa produzione della Visura della Camera di Commercio attestante l’iscrizione nel Registro delle Imprese.

Eventuali significative difformità tra le indicazioni presenti nel business plan e le informazioni desunte dalla Visura della Camera di Commercio saranno:

  • nel caso di società costituite prima del 31 ottobre 2016, automaticamente causa di esclusione dall’erogazione del premio;
  • nel caso di società costituite dopo il 31 ottobre 2016, potenzialmente causa di esclusione dall’erogazione del premio, qualora il Comitato di indirizzo e garanzia valuti a proprio insindacabile giudizio che le differenze siano causa di stravolgimento della natura del progetto rispetto a quanto presentato alla Giuria.

Nel caso in cui la società venga costituita dopo il 31 ottobre 2016, il gruppo vincitore che prevede di avviare la propria impresa introducendo delle variazioni rispetto a quanto dichiarato nel business plan, può presentare preventivamente al Comitato di indirizzo e garanzia la richiesta motivata di modifica. Tale richiesta deve essere fatta pervenire a PNICube per raccomandata, PEC o fax prima della costituzione della società ed entro il 15 marzo 2017. Entro 30 giorni dal ricevimento della richiesta il Comitato di indirizzo e garanzia esprime il proprio insindacabile giudizio sulla natura della variazione. In caso di mancata erogazione al gruppo vincitore per le motivazioni sopra indicate, il premio non verrà assegnato.

ARTICOLO 9 – Menzioni speciali

L’edizione 2016 del PNI ha istituito le seguenti menzioni speciali “trasversali” rispetto alle quattro categorie di premiazione:

  • Menzione speciale “Social Innovation”: per il miglior progetto di Innovazione Sociale, definita in base ai relativi criteri espressi dalla normativa per le Startup Innovative – Sponsorizzata da Global Social Venture Competition
  • Menzione speciale “Pari Opportunità”: per il miglior progetto di Impresa sociale in ottica di pari opportunità (Sponsorizzata da MIP Politecnico di Milano).

Il vincitore della Menzione speciale “Social Innovation” otterrà i seguenti premi in natura: Ammissione diretta del progetto alla fase finale della Global Social Venture Competition, organizzata in collaborazione con Startup Initiative.

La Menzione speciale “Pari Opportunità” sponsorizzata da MIP Politecnico di Milano prevede i seguenti premi:

  • al primo classificato un premio del valore di euro 10.000 offerti dal MIP Politecnico di Milano Graduate School sotto forma di servizi che garantiranno al team vincitore la possibilità di accedere, sino al concorso della suddetta cifra, ai corsi di formazione executive erogati dal MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business attraverso la MIP Management Academy.
  • al secondo classificato un premio del valore di euro 6.000 offerti dal MIP Politecnico di Milano Graduate School sotto forma di servizi che garantiranno al team vincitore la possibilità di accedere, sino al concorso della suddetta cifra, ai corsi di formazione executive erogati dal MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business attraverso la MIP Management Academy.

I premi in natura offerti da MIP Politecnico di Milano potranno essere riscattati nel corso dell’anno 2017 e non sono vincolati all’effettiva costituzione dell’impresa.

ARTICOLO 10 – Premi speciali

La Commissione Organizzatrice può decidere di istituire premi speciali, finanziati o comunque sostenuti da soggetti esterni all’Associazione PNICube, sponsor, ecc., a patto che siano nettamente distinti dal PNI nella comunicazione e che i nominativi dei gruppi vincitori non siano noti alla Giuria del PNI durante i suoi lavori. Le modalità di partecipazione ed erogazione dei premi speciali sono gestite da regolamenti specifici, approvati dalla Commissione Organizzatrice.

In ogni caso sarà consentito il cumulo di premi speciali con quelli del PNI.

L’Ambasciata di Francia in Italia attribuirà il premio Franci@Innovazione sulla base dell’originalità della proposta e del potenziale impatto economico e sociale del progetto di impresa. Il premio consisterà in un soggiorno in Francia, presso un incubatore interessato dal progetto, per esplorare le possibilità d’internazionalizzazione

UniCredit rende disponibile il “Premio UniCredit Start Lab”, Premio rivolto ad almeno uno dei finalisti del PNI 2016.
Il percorso consiste in:

  • assegnazione di un mentor scelto tra professionisti, consulenti, imprenditori, partner di UniCredit      sull’innovazione per confronti periodici con le startup su aspetti strategici e di crescita;
  • partecipazione alla Startup Academy;
  • programma di coaching da parte del team di UniCredit Start Lab;
  • assegnazione di un Relationship Manager di UniCredit per seguire le esigenze bancarie;
  • per i progetti e/o startup che ne abbiano i presupposti, organizzazione di Business Meetings con clienti Corporate di UniCredit e con possibili investitori.

I settori di interesse includono: ICT/Digital/Web, Life Science, Clean Tech, Nanotech, Moda & Design, Robotica, Agrifood, Turismo.

La Startup Europe Alliance, attraverso il suo Country Manager per l’Italia, attribuirà il premio “SEUA2016 – Startup Europe Awards 2016 – Italy Edition” al vincitore del PNI 2016, sulla base della capacità dell’innovazione proposta di rispondere alle “challenges europee” fissate dal programma H2020. Il premio consisterà nell’accesso diretto alla finale #SEUA di Bruxelles, che si terrà durante il primo trimestre 2017, durante la quale verranno elette le 8 migliori startup d’Europa (una per ciascuna delle categorie previste dall’iniziativa).

Shark Bites, società specializzata in investimenti e servizi di consulenza per società ad alto potenziale e scalabilità internazionale, metterà a disposizione di una delle startup finaliste del Premio Nazionale per l’Innovazione 2016 un investimento azionario per un controvalore massimo di €50.000.
L’investimento sarà condizionato all’esito positivo dei successivi processi di due diligence e negoziazione, condotti ad insindacabile giudizio di Shark Bites.

Il Department for International Trade (DIT) dell’Ambasciata Britannica assegna anche quest’anno un riconoscimento speciale nell’ambito del PNI. Il Premio Speciale “Innovation Award” – Ambasciata Britannica verrà assegnato ad una società già costituita con concrete ambizioni di espansione internazionale. Il premio include l’opportunità per la start-up selezionata di presentare la propria tecnologia di fronte ad un audience di imprenditori partecipanti al programma ELITE di Borsa Italiana – London Stock Exchange. L’occasione sarà un evento – organizzato congiuntamente da DIT e da ELITE – in programma il 26 gennaio 2017 presso Palazzo Mezzanotte, sede della Borsa di Milano.

ARTICOLO 11 – Coppa dei Campioni PNI

La Coppa dei Campioni PNI è assegnata all’università ovvero E.P.R. collegata alla competizione locale di provenienza al gruppo che ha ottenuto il riconoscimento di “vincitore del Premio Nazionale per l’Innovazione”. La Coppa valorizza le sinergie tra mondo universitario e della ricerca pubblica e sistema imprenditoriale, per la costruzione di un ponte stabile a sostegno della nascita di nuove imprese ad alto contenuto tecnologico. L’ateneo assegnatario della Coppa dei Campioni potrà trattenerla per un anno fino alla successiva edizione della Finale del PNI, restituendola agli organizzatori del PNI 2017 in tempo utile per la successiva assegnazione.

ARTICOLO 12 – Obblighi dei partecipanti

La partecipazione al Premio comporta la completa ed incondizionata accettazione di quanto contenuto nel presente Regolamento.

ARTICOLO 13 – Copyright

Ogni business plan inviato alla Commissione Organizzatrice per partecipare al PNI rimane di proprietà degli autori, che potranno proteggerlo mediante le forme di tutela previste dalla legge. I componenti degli organi del PNI sono esonerati da ogni responsabilità per eventuali contestazioni che dovessero sorgere circa l’originalità e la paternità dell’opera, di parti dell’opera o da eventuali limitazioni da parte di terzi dell’opera stessa. I membri della Giuria firmeranno un accordo di segretezza relativo alle informazioni contenute nei business plan valutati.

Allegato 1: Formato dell’executive summary

Ogni gruppo deve allegare al business plan un executive summary da redigere sia in lingua italiana che in lingua inglese, TASSATIVAMENTE non più lungo di QUATTRO (4) pagine, contenente i seguenti elementi essenziali:

a) RELAZIONE tra la Business Idea e contenuto tecnologico o di conoscenza e l’Università o Ente pubblico di ricerca (max 1 pagina). La mancanza di questo paragrafo sarà motivo di automatica esclusione dalla competizione.

b) SINTESI DEL PROGETTO IMPRENDITORIALE (max 2 pagine) ove indicare:

  • i bisogni che l’impresa intende soddisfare con quali tipi di prodotti/servizi;
  • le premesse (storia) e lo stadio di sviluppo dell’idea, in particolare dei prodotti/servizi (eventuale evidenza di accettazione da parte di clienti o di giudizi positivi di esperti);
  • il mercato/segmenti a cui intende indirizzare l’offerta e con quali obiettivi (quantificare le dimensioni del mercato);
  • la concorrenza ed il posizionamento (vantaggio) competitivo;
  • il team imprenditoriale/manageriale ed il background di esperienza;
  • gli aspetti essenziali operativi ed organizzativi (commerciali, tecnici, produttivi, amministrativi);
  • i rischi e le protezioni/difese (legali/gestionali);
  • i principali traguardi distribuiti nel tempo ed i vincoli (risorse finanziarie, manageriali ecc.);
  • la sintesi dei risultati economici e dell’assetto finanziario/patrimoniale (caso base, eventualmente più favorevole e meno favorevole).

c) PARAGRAFO SULL’INNOVAZIONE SOCIALE (solo per i progetti che si candidano per la rispettiva menzione speciale, max 1 pagina) ove indicare:

  • i bisogni sociali che l’impresa intende soddisfare con quali tipi di prodotti/servizi.

d) PARAGRAFO SULL’IMPRESA SOCIALE IN OTTICA DI PARI OPPORTUNITA’ (solo per i progetti che si candidano per la rispettiva menzione speciale, max 1 pagina) ove indicare:

  • i bisogni inerenti l’inclusione sociale di soggetti vittime di discriminazione che l’impresa intende soddisfare con quali tipi di prodotti/servizi.

 

Allegato 2: Criteri di valutazione e modalità operative della giuria

La Giuria valuta in piena autonomia e discrezionalità i business plan partecipanti ai fini dell’assegnazione dei premi. I criteri che saranno utilizzati nell’ambito della valutazione sono:

  • valore del contenuto tecnologico o di conoscenza;
  • realizzabilità;
  • potenzialità di sviluppo e ambizione del progetto;
  • adeguatezza delle competenze del management team;
  • attrattività del mercato di riferimento;
  • qualità e completezza della documentazione.

Agli inizi di novembre 2016, i business plan e gli executive summary dei gruppi partecipanti saranno resi disponibili ai membri della Giuria. La valutazione dei business plan da parte dei membri della Giuria comprende le seguenti fasi:

  • lettura e valutazione individuale degli executive summary e dei business plan;
  • incontro con i gruppi durante l’Expo Innovazione;
  • discussione collegiale con gli altri membri della Giuria;
  • valutazione individuale finale dei gruppi in short-list.

Al termine della terza fase viene definita una short-list dei migliori 4 gruppi per categoria di premiazione che esporranno pubblicamente i propri progetti durante la cerimonia conclusiva. Al termine della presentazione pubblica la Giuria effettuerà una nuova valutazione che decreterà la classifica finale e di conseguenza i vincitori dei Premi settoriali, i vincitori delle due menzioni speciali ed il vincitore del PNI 2016.