Nome progetto: Embryo

Regione: Veneto

Categoria: Premio BPER Banca Industrial

Menzioni: Social Innovation

Azienda:

 

 

Componenti:

Andrea Salmaso, Capogruppo – andrea.salmaso.arch@gmail.com
Luca Bisello, Design and development – lbise90@gmail.com
Daniele Pasquetto, Technology and development – daniele.pasquetto@gmail.com
Andrea Giusti, IT engineering – andreatgiusti@gmail.com

Idea:

Embryo realizza Pod tecnologici con caratteristiche tecnico-prestazionali tali da soddisfare il maggior numero di ambiti applicativi, creando un innovativo ambiente immersivo e sensoriale.

Sintesi:

Embryo Multimedia Workstation è tutto ciò di cui si ha bisogno, in un unico luogo.
Al giorno d’oggi adoperiamo una quantità considerevole di dispositivi slegati tra loro, sia per il lavoro sia per lo svago, che richiedono spazi di utilizzo diversi. Spesso non si dispone di un luogo indisturbato in assoluta privacy, specialmente nei luoghi pubblici. Inoltre non esiste uno spazio dedicato dove utilizzare un visore a realtà virtuale.
Embryo integra i dispositivi smart in un’unica postazione ergonomica e confortevole, fornisce un isolamento dai disturbi esterni e finalmente l’ambiente ideale dove vivere l’esperienza della realtà virtuale che interagisce con i movimenti della macchina.
L’azienda intende fornire soluzioni a problematiche sociali quali: cultura ed educazione disponibili in qualsiasi luogo e alla portata di tutti; accesso ad una postazione di lavoro autonoma che risponda ai bisogni personali dei lavoratori; una nuova frontiera in ambito medicale per la cura psico-fisica delle persone.
Il prodotto si adatta alle singole esigenze e rivoluzionerà più settori: gestione dei servizi aeroportuali di accoglienza e intrattenimento; ambienti di lavoro informatizzati di tipo openspace o in remote working; attività promozionali di gamification; istituzioni educative con applicazioni edutainment e virtual tour; gaming combinato alla realtà virtuale; gestione domotica degli edifici; ambito militare. Embryo è una piattaforma automatizzata con tecnologia scalabile ed espandibile.

Curiosita:

Il nome Embryo deriva dall’idea di far rivivere alle persone l’esperienza intima vissuta nello stadio embrionale, l’unico momento della nostra vita in cui abbiamo a disposizione tutto il necessario per evolverci esponenzialmente in poco tempo.
Abbiamo realizzato un prototipo funzionante, brevettato a livello nazionale e presentato al TEDEX 2015 a Padova e al SAIE di Bologna, con riscontri positivi

Partnership:

Il team ha stretto rapporti commerciali con diversi partner, fornitori, rivenditori, sviluppatori tecnologici, consulenti e ha sviluppato contenuti di realtà virtuale in collaborazione con un azienda distributrice di servizi a professionisti.