Nome progetto: Co-Robotics

Regione: Toscana

Categoria: Premio BPER Banca Industrial

Azienda:

CO-ROBOTICS
SRL
16/02/2016
www.corobotics.eu

Componenti:

Manuele Bonaccorsi, CEO – manuele.bonaccorsi@corobotics.eu
Filippo Cavallo, CTO – filippo.cavallo@corobotics.eu

Idea:

Commercializzare un robot in grado di fornire servizi professionali di teleassistenza, pulizia e sanificazione in strutture sanitarie e case private per assistere la popolazione anziana.

Sintesi:

Il robot ROSE potrà fornire servizi avanzati di teleassistenza, pulizia e sanificazione professionale presso strutture sanitarie e case private. Lo scopo è aumentare la qualità della vita e la sicurezza degli anziani residenti negli ambienti sanificati e monitorati dal robot. La capacità di muoversi in sicurezza ed operare in maniera autonoma permetterà di ridurre il carico di lavoro di familiari ed operatori socio-sanitari. Il prezzo di vendita di 15K€ più un canone di 1,2K€ renderà il robot competitivo rispetto ai tradizionali metodi assistenziali, affiancando gli operatori socio-sanitari e rendendo più remunerative e competitive le aziende fornitrici di servizi. ROSE integrerà un tablet ed una APP di tele assistenza, lampade germicide ultraviolette, un aspirapolvere ed un braccio robotico in grado di manipolare spugne usa e getta igienizzate. Il robot si muoverà autonomamente ed in sicurezza negli ambienti per fornire tele assistenza 24/7 agli anziani residenti, mettendoli in contatto con familiari o staff medici in caso di necessità. Le lampade UV e l’aspirapolvere integrato permetteranno di pulire e sanificare da batteri e virus le superfici più sporche. ROSE potrà riconoscere i mobili e sanitari dei bagni grazie a un sistema di visone 3D ed un software di controllo permetterà di guidare il braccio robotico per pulirli con le spugne igienizzanti. Il robot verrà distribuito nelle catene di vendita di macchine per la pulizia professionale e di dispositivi per telemedicina

Curiosita:

ROSE rappresenterà l’evoluzione del robot DORO per assistenza domiciliare ad anziani fragili, sviluppato all’interno del progetto di ricerca Europeo Robot-Era (2012-2015; G.A. 288899). Il prototipo, disegnato in collaborazione con più di 200 utilizzatori potenziali, professionisti e manager del settore socio-assistenziale, è stato testato da 150 + anziani fornendo diversi servizi assistenziali.